Saturday, January 07, 2006

Daybreaker


We lay on our backs in the grass
Silently watching the rain clouds move by far too fast
You said it was a night where anything could happen
But nothing was gonna last
And we're doing fine now yeah we do
We don't feel sad or bad or blue and you know
We ain't never defeated
Not broken inside all that is fine
Yeah all that is fine

We, we burn our boats each new year
Silently watching the flames and the old life disappear
We're burning new sunrise into yesterday's skies
An ashen fingerprint melts into the sea
And we're doing fine now yeah we do
We don't feel sad or bad or blue and you know
We ain't never defeated
Not broken inside all that is fine
Yeah all that is fine

And we're doing fine now yeah we do
We don't feel sad or bad or blue and you know
We ain't never defeated
Not broken inside all that is fine
Yeah all that is fine

(Beth Orton)

9 comments:

huckleberry feather said...

non conosco questa canzone, ma è da quando ho letto il tuo post stamattina che mi canto e mi ricanto moonriver, perché la parola daybreaker mi ha fatto venire in mente questi versi qui:
dream maker, you heartbreaker,
wherever you're going,
i'm going your way...

Edward Phelan said...

Ehilà! huck feather :) Che post azzeccato! Lo sapevo che tu sei proprio una ragazza perfetta:
1) Non mi rubi i ragazzi
2) Naturalmente adoro Huckleberry Finn naturalmente.
3) Ugualmente amo la fantastica melodia di Mancini (ce l'ho su vinile ed è da scattare in posizione fetale)
4) Breakfast at Tiffany's è un film culto per me. Quanto era bella Audrey Hepburn.

Moon River, wider than a mile,
I'm crossing you in style some day.
Oh, dream maker, you heart breaker,
wherever you're going I'm going your way.
Two drifters off to see the world.
There's such a lot of world to see.
We're after the same rainbow's end--
waiting 'round the bend,
my huckleberry friend,
Moon River and me.

Edward Phelan said...

Il doppio "naturalmente" al punto 2 era per rendere più intenso il mio adorare il romanzo, è come l'affettto con tre t di Lupus...

Anonymous said...

beth orton, in una certa fase della mia vita, è stata per me l'incarnazione della bellezza e della grazia. ora è un po' che non la seguo, ma non puoi capire il piacere di ritrovarla qui! grande eddie...

Anonymous said...

ehm, ero io prima, flores, mi è scappato il ditino!!

Edward Phelan said...

Cara Flores, vedo che Tori Amos e Beth Orton ci accomunano :-) È un onore averti ospite nel mio blog!!
Un bacione da Eddie, che oggi si sente euforico come un adolescente perché ieri ha conosciuto un ragazzo molto carino...

Edward Phelan said...

E aggiungo che il suddetto finalmente non abita dall'altra parte dell'oceano...

la flor del amor said...

evvai! ti auguro una buona fortuna di volume esattamente uguale alla mia sfiga amorosa. vedrai che farete scintille!!!

Ley del deseo said...

Cara flor del amor. Pure io sono un po' sfigato in amore, perciò non canto vittoria. Adesso sono in fase euforia/infatuazione. Speriamo che si crei l'alchimia che sembra esserci a pelle e che non emergano sorprese negative.